[home] - [blog] - [i miei libri] - [commenti libri]  
       
 
Meglio scheda bianca o nulla? (scritto Aprile 2008)

(NdA. Questo articolo è stato scritto scritto Aprile 2008, in occasione delle Elezioni Politiche 2008)... Viste le mie intenzioni di non voto, mi sono un po' informato su internet qual'è il non-voto migliore. Ho subito notato che c'è una gran confusione. Tra le decine e decine di pagine lette, questa mi sembra la più attendifile e informata, la più realistica. Trattandosi di votazioni politiche, infatti, tutte le risposte che citano il quorum penso si possano a ragione trascurare.

Da sempre faccio servizio elettorale. Le schede bianche e quelle nulle non vengono assegnate a nessuno. Se i votanti sono 10 e 5 votano per il partito A e 2 per il partito B, 2 votano bianca e una è nulla, nelle quadrature finali, 5 voti saranno assegnati al partito A e 2 al partito B. In altri campi verranno registrate 2 schede nulle e 1 bianca. Questo serve per incrociare i dati (numero di elettori votanti, numero schede votate, voti assegnati, registro degli elettori, ecc). La definizione di scheda nulla è stata una conseguenza necessaria per risolvere il problema della non chiara espressione di voto da parte dell'elettore (segni apposti su più preferenze) oppure segni chiari di riconoscimento che l'elettore ha voluto dare soprattutto nel caso in cui si voglia dimostrare al proprio "padrone" che si è votato per lui. Poi che la scheda venga usata appositamente per insultare oppure scrivere dissensi.. Personalmente ne ho viste tante ai seggi, alcune di impressionanti e come ha già detto qualcuno, consiglio, nel caso si desideri non dare la propria preferenza ad alcuno, di annullare la scheda con una croce gigantesca che non attraversi alcun simbolo. Detto questo, anche se bianca o nulla è teoricamente la stessa cosa, in quanto ambedue non vengono considerate e l'assegnazione dei seggi è fatta sulla base dei voti validi, la scheda bianca esprime un voto del genere "mi sta bene tutto, fate un po' quello che volete", mentre annullare la scheda è un'azione più pesante, perché esprime scontento, e manifesta una volontà molto precisa: "non voto nessuno".

Il voto è infatti una manifestazione di volontà, volontà che non necessariamente deve rispecchiare un partito sulla scheda elettorale (sarebbe una limitazione alla manifestazione della propria volontà e quindi al voto). Recarsi al seggio ed annullare una scheda è comunque una manifestazione di volontà (a differenza di chi sta a casa e non vota), e quindi la scheda annullata con la palese volontà di farlo (quindi palesemente senza errore) è un voto, e che voto!

I voti nulli sono voti che "pesano" in misura proporzionale al loro numero: più sono e più delegittimano gli eletti a stare dove sono.

Penso che questa sia, per me, la soluzione migliore. Pensaci anche tu, quando andrai a votare, perchè è davvero ora che sia la politica a rialzarsi e non il paese. E non farti condizionare da chi ti parla del "meno peggio". Se ti chiedessero di scegliere una delle due opzioni: un bel calcio sui denti, o una bella "zampata" fra le gambe, sceglieresti il meno peggio, o eviteresti di rispondere? O, meglio ancora, volteresti le spalle?

Oggi, 20 Febbraio 2013, aggiungo un paragrafo a questo pezzo che ha originato tanti, tantissimi commenti... Prima di annullare la scheda, o verbalizzare al seggio il proprio rifiuto di votare o - peggio di tutte - imbucare la scheda bianca, consiglio di ragionare bene sul concetto che a queste elezioni 2013 c'è offerta diversificata di voto, e che non votare "perchè non ci si sente rappresentati da nessuno" sarebbe una deriva demagogica di un NON concetto...

In sintesi, stavolta fa DAVVERO comodo ai maggioriu partiti che NON si voti e che si NON voti. Votate gente, non abbiate paura...

Chi volesse approfondire e magari commenare la mia personale opinione,   può leggersi questi miei recentussimi post: Come va di moda dire, salgo in politica e Un voto davvero utile? M5S! 

Di Claudio Montalti - 24 febbraio 2013 alle 14:13:08
Archiviato in Politica/Informazione


Commenti

Di Giorgio - 06 giugno 2009 alle 20:18:50
Io sono perfettamente daccordo.

Di d.t. - 14 luglio 2010 alle 18:48:53
Mi trovi d'accordo su molto. Però l'unico appunto: la scheda nulla non è una presa di posizione. Molte schede sono nulle per banali errori. Il termine nulla è stato creato per dire non valida. Non devi pensare al caso di chi l'annulla intenzionalemente. Si trovano moltissime schede che sono nulle perchè hanno segnato magari un simbolo e una preferenza sbagliata, oppure se c'era da segnare solo il simbolo hanno messo anche un nome.
Cosa facciamo dividiamo le nulle in nulle volontaria e nulle per errore? Mi pare difficile..
Piuttosto seguendo il tuo ragionamento vedo molto più accorto il fatto di votare sacheda bianca in quanto guardo chi mi può rappresentare e scelgo senza ombra di dubbio e senza errore) di non votare nessuno...
Comunque parole al vento perchè tanto non cambia niente che sia nulla o bianca.. o che si verbalizzi.. o che si stia a casa..

Di Gabriele Strada - 12 ottobre 2011 alle 12:36:57
ciao... credo che la percentuale di schede nulle per errore sia sempre (più o meno proporzionale all'affluenza) . Credo che ci siano delle statistiche che ci diranno a priori che ad ogni elezione ci saranno un tot di schede nulle, però, se alle prossime elezioni questa percentuale crescesse in maniera nettamente sensibile , ipotizziamo un 30% di aventi diritto al voto , non potrà essere ignorato da nessuno per primo dai giornali e dalle televisioni che su queste cose ci campano....
Credo sia ora di dare una bella scossa ai partiti e soprattutto a noi stessi che pensiamo (da pecoroni ) che chi governa questo paese non siamo noi!!!! ebbene non è così !!!!
CHI GOVERNA IL PAESE SIAMO NOI!!!!!!
non possiamo lamentarci se continuiamo a votare sempre gli stessi, essi faranno sempre le stesse cose e noi avremo sempre gli stessi problemi... Creiamo un "BUCO ISTITUZIONALE" L'unico punto debole della politica è durante le elezioni, il governo è delegittimato e il nuovo governo deve essere eletto ,in altre parole non comanda nessuno!
E' proprio in quel momento che il popolo può riappropiarsi della sua nazione... 
Dobbiamo metterci in testa che la crisi economica è innanzi tutto una CRISI POLITICA . Se siamo a questo punto è perchè la politica è succube delle banche e delle multinazionali che dettano legge e leggi , vivono su i nostri debiti e la politica è il loro mezzo per legittimare tutto questo..io dico VOTIAMO SCHEDA NULLA.
ciao... 


Di Luca - 02 aprile 2012 alle 19:43:13
La scheda nulla potrebbe essere tranquillamente taroccata

Di La sirena di Capri - 10 giugno 2012 alle 19:15:56

Sono per la scheda annullata con il proprio pensiero, di un italiano scocciato di essere preso per i fondelli ed affamato dalla pressione fiscale. Io se dovessi scegkiere la guida del paese, opterei per il modello islandese, che come primo provvedimento hanno deciso di non sovvenzionare le banche.



Di Andrea Gurrieri - 28 settembre 2012 alle 09:53:47
Concordo! Mi hai chiarito tanti dubbi e, prima delle elezioni regionali 2012 qui in Sicilia, spero che la maggior parte dei siciliani sappia come funzioni e che finalmente decida di dare una bella spallata alla classe politica! IO voto scheda nula quindi per far sì che il mio voto nn vada a nessuno ma che, allo stesso tempo, la mia scheda vada conteggiata nel numero dei votanti così da impedire a qualsiasi partito di raggiungere il quorum necessario per ottenere qualsiasi rappresentanza!!

Di Scocciato di questi politici ridicoli ed incompete - 07 ottobre 2012 alle 19:57:58

Annullare la scheda con su scritto il proprio pensiero è cosa buona e giusta.



Di Alberto P. - 08 ottobre 2012 alle 09:33:36
Alcuni giorni fa mentre ero a tavola con tutta la famiglia ho espresso la mia intenzione nell'annullare la scheda alle prossime elezioni, sempre che non facciano il Monti bis. La reazione non è stata molto positiva e non posso neanche dargli torto in quanto mi sono reso conto che nella mentalità generale si cerca sempre di votare il meno peggio. Io l'ho fatto già troppe volte di votare il meno peggio ma alla fine il meno peggio non esiste. Sono completamente sfiduciato e alle prossime voto scheda nulla.

Di Gianni Ragusa - 24 ottobre 2012 alle 09:02:53
Quello che vorrei capire io è:
i seggi vanno assegnati in base alla percentuale dei votanti o dei voti validi??
Perché nel secondo caso ha poco senso esprimere il proprio disappunto con la scheda bianca o nulla.


Di indecisa - 31 ottobre 2012 alle 01:35:18

ecco io ero proprio indecisa su questa questione, nulla o bianca onde evitare che sia conteggiata a favore di qualcuno e che togliesse punti percentuali: mi pare che, come erroneamente credevo , sia la scheda nulla ad avere più peso poltico e non la bianca ( che in effetti è facile da contraffare)

grazie per una riconferma



Di Rosa - 06 novembre 2012 alle 10:36:21
Sarebbe un segno importante se fossimo davvero TUTTI ovvero tutti in Italia alle prossime elezioni a consegnare TUTTE  SCHEDE   ANNULLATE!!!Pensate che bello, quelle facce dei TIGGI' a dover dare la notizia "il 99,99% dei voti a....nessuno, perché tutte le schede sono state annullate", così TUTTI i politici se la prenderanno nei loro bei fondelli e capiranno....o se capiranno.......o forse non capiranno?

Di joe from aprikots - 10 dicembre 2012 alle 21:17:47
direi che si avvicina il momento di provare a dire qualcosa di diverso proprio andando a votare e votando scheda nulla, magari indicando il nome della propria regione o provincia in grande e per traverso sulla scheda.

Di Carlo56 - 19 dicembre 2012 alle 12:01:14

Annulliamo la scheda è meglio, si eviterà che qualche personaggio del seggio ne approfitti in fase di conteggio e parlando di politica non c'è da fidarsi di nessuno.

Diamo una prova tangibile a tutti questa banda di disonesti che di loro non ne possiamo +.



Di Giuseppe Cosenza - 20 dicembre 2012 alle 21:24:25
Se i votanti sono 10 e 3 votano per il partito A e 1 per il partito B, 1 vota bianca e 5 sono nulle, vince il partito A o il "partito delle nulle"? Cu saranno seggi vuoti in parlamento? I seggi vuoti faranno un governo sostenuto dall maggioranza "nulle"? Non mi pare. Piuttosto il partito A e il partito B si divideranno, a seconda dei sistemi, tutti i seggi disponibili, e governeranno alla faccia del "partito nulle" che a questo punto se non si organizza per rovesciare il sistema e come se non esistesse.

Di Max Miniati - 29 dicembre 2012 alle 09:30:15
Concordo in pieno e mi ha chiarito anche il significato di scheda bianca. 

Di ParideS - 01 gennaio 2013 alle 15:30:44
Scheda Bianca c'è il rischio che qualcuno la sfrutti a suo favore,...nulla,..può essere per errore o voluta,..e non significa di certo che stai contestando,...tanto poi ai politici se contesti non gliene frega più di tanto,...basta che gli arrivano i voti dai loro fedeli,...  si abbassa la percentuale?,...forse,...ma anche agli altri in proporzioni uguali,..ma non sono sicuro che funzioni così. Comunque io sono sempre per votare,...l'importante è che ci sia qualcuno che rispecchia un minimo le mie idee,...alle prossime elezioni voterò perchè c'è un movimento nuovo con idee e gente incensurata,...con un nuovo modo di pensare la politica. Sempre meglio sperare che pensare che tanto sono tutti uguali e lasciare i soliti sulle solite poltrone,....lamentandosi poi del fatto che nulla cambia. Questa e la mia idea,..anche se mi sento democratico in un paese non democratico e quindi rispetto chi non si fida più di nulla e rifugge anche dalla più piccola speranza di cambiare qualcosa.

Di rino MC - 02 gennaio 2013 alle 09:20:52
Credo che recarsi a votare sia necessario come necessario annullare la scheda si eviterebbero possibili brogli. Infatti, su una scheda bianca aggiungere un segno è possibile, attenzione annullare una scheda valida è altrettanto facile .....quindi è ORA di passare al voto elettronico.

Di giovanni - 18 gennaio 2013 alle 20:57:46
X Luca: è molto più facile taroccare aggiungendo che togliendo, per cui è di gran lunga più "pericolosa" la scheda bianca (cui lo scrutatore corrotto potrebbe aggiungere di nascosto il segno sul partito che vuole far vincere), di quella nulla, dove per avere un voto valido dovresti prima cancellare tutto quello che è fuori dai simboli dei partiti, e poi aggiungere il voto al partito X


Di Bianca - 26 gennaio 2013 alle 16:30:15
Sono d'accordo con Giovanni, è facile aggiungere un segno alla scheda bianca,  ma si usano matite copiative e non sono cancellabili, perciò i segni o scritte fatti restano comunque visibili.

Di Roberto Dammicco -Bari - 28 gennaio 2013 alle 19:53:51
Io non andrei proprio alle urne. Se ci pensate il primo dato monitorato durante le giornate del voto sarà quello di chi si è recato alle urne. Bene dare un segnale chiaro ed inequivocabile. E' vero, con leggi elettorali così strutturate non cambia il risultato finale, ma sarà già tanto che non potranno dire di essere stati eletti dal " popolo sovrano" se a votare (se si dovesse ripete il risultato siciliano) saranno andati in meno del 50%. 

E infatti in Sicilia si ricordano bene che uno su due non ha votato... C.


Di riccardo - 29 gennaio 2013 alle 19:49:33
ogni partito riceve 5€ per ogni voto se non erro, nel caso delle nulle o bianche, questi 5€ chi le spiccia? Nonostante abbia cercato notizie in merito non ho trovato risposte.C'è nessuno che mi può dare risposta? 

Di Giovanni - 02 febbraio 2013 alle 11:37:20
Molto chiaro, io non andrò neanche a votare e quindi perder tempo dietro eventuali file di persone "accompagnate"..  !! Non andare e' più che annullare! Io farò così ... Da Brindisi

Come hio appena scritto sul Blog, a queste Elezioni 2013 le alternative ci sono. Pensaci prima di non andare. C. 


Di Ginotto - 04 febbraio 2013 alle 16:07:31
Analisi interessante, ma non sono d'accordo con la frase di chiusura:

Se ti chiedessero di scegliere una delle due opzioni: un bel calcio sui denti, o una bella "zampata" fra le gambe, sceglieresti il meno peggio, o eviteresti di rispondere? O, meglio ancora, volteresti le spalle?

In realtà non è proprio così, in quanto la scelta riguarda anche me, sebbene espressa da altri. E' facile poi dire "non è il mio presidente" o roba del genere, ma la verità è che hai lasciato agli altri la scelta di qualcuno che dovrà rappresentare anche te.

Qualcuno decide per il calcio o la zampata al posto tuo e tu non potrai che accettare il colpo, tuo malgrado.


Di Andrea - 05 febbraio 2013 alle 16:53:20
A mio modesto avviso la miglior cosa sarebbe andare ai seggi, farsi registrare come votante ed infine dichiarare a verbale che nn si esprime nessuna preferenza. Perfettamente lecito e consentito ma poco conosciuto. In questo modo il dissenso è scritto in maniera indelebile e nessuno può taroccare le schede xchè nemmeno si ritirano!

E' una ottima alternativa al annullare la scheda... Spero solo che nei seggi siano informnati di questa possibilità... Claudio


Di Andrea Martorana - 05 febbraio 2013 alle 17:13:49
buongiorno a tutti. ho fatto una piccola ricerca su internet, ma non sono in grado di risolvere il mio dubbio: io vado a votare, scrivo una X gigante in modo da annullare (annullare?) la scheda.
cosa succede?
premettendo che, purtroppo, di regolamenti elettorali so poco sapete voi spiegarmi se la mia azione servisse a diminuire i seggi (seggi?) disponibili in Parlamento?
meglio: se una buona % di votanti effettua il mio stesso procedimento, avremmo delle ripercussioni pratiche?
So di certo che il mio voto  non andrebbe alla maggioranza, ma, praticamente, a che serve?

Di votare il "meno peggio" non mi va, ho letto da qualche parte un intervento  molto furbo di un presidente di seggio che scriveva di non preferire una coltellata alla schiena piuttosto che una zampata in mezzo alle gambe.
Certo di una Vs risposta (Vera, possibilmente), vi auguro Buon voto a tutti.
Cordialità, Andrea.

Credo che mettendo ua grande X il voto verrà considerato nullo, a meno che l'incrocio della X non vada a centare un qualche simbolo... nel qual caso ci sarà qualche zelante scrutatore o presidente di seggio (se di parte) che potrà considerarlo volto valido... Claudio


Di Simone - 06 febbraio 2013 alle 11:50:46
Non sono sicuro che le scede bianche o nulle non vengano comunque spartite tra i partiti, in quanto è  il quorum dei votanti  che determina la  percentuale del popolo che si esprime e che quindi giustifica il fatto che loro sono l'espressione della maggioranza del popolo, non credo esista la possibilità di commissariare lo stato nel caso in cui le nulle dovessero superare i voti validi, pertanto non so quanto valga non esprimerisi non andando a votare oppure annullare il voto. Diversamente sarebbe efficace se ci fosse la possibilità di non esprimere alcun voto per "per i soliti noti" e successivamente commissariare le istituzioni con l'affidamento dell'amminstrazione dello stato ai prefetti, in attesa di una classe polita degna. Ma purtroppo la mia è una utopia.  

Di antonia - 10 febbraio 2013 alle 10:26:29

buongiorno. premetto la mia poca conoscenza della politica... penso tuttavia che questa volta si debba trovare un modo il più civile possibile per esprimere a che ci governa ()destra, sinitra, centro che Nessuno è degno del nostro voto, che così non ci va bene. Io mi sento "sperduta" non ho alcun interesse se non quello di credere in una società equa E NON FASULLA... vorrei che gli "indecisi", che chi come me non vuole votare nessuno dei candidati trovi modo di dare un segnale forte  un modo comune per esprimere il grave disagio e tentare di costruire qualcosa di diverso. Come si può fare? Non votare? Annullare la scheda? Grazie!

Votare scheda bianca o nulla non ha senso, non con questa legge elettorale che ad ogni modo non considera affatto questi voti (a meno di non farli mettere a verbale dal presidente di seggio)... Ma torno anche a suggerire di prendere in considerazione il M5S... le motivazioni ho cercato di esprimerle col massino equilibrio... C.



Di Maria - 11 febbraio 2013 alle 15:40:08

Ho sempre fatto appello alla mia coscienza civica imponendomi di votare comunque, ma ora faccio appello al mio diritto di libertà.Libertà  che è scritta sulla costituzione ma che in realtà non ci è data ma neanche noi la pretendiamo come da nostro diritto.Voto scheda NULLA, come protesta perchè, non so Voi, ma io non credo a una parola di quello che ci dice questa classe politica che non ha idee si esprime  litigando ed è solo stata capace di venderci ai grossi centri di potere i quali ci ricattano rammentandoci un debito spropositato che in realtà è stato creato a regola d'arte per tenerci in pugno. E' UN'OTTIMA OCCASIONE PER FAR SENTIRE LA NOSTRA PROTESTA IN MODO PACIFICO !!! Popolo Italiano Vi amo ! Vi invio tutta l'energia del mio amore - Buone votazioni - Maria

Invece di votare scheda nulla, è meglio far mettere a verbale dal presidente del proprio seggio che non ci si riconosce in nessuno degli schieramenti politici... però, cavolo, vi svegliate un po' tardi... C.



Di Maria - 11 febbraio 2013 alle 19:42:44

Farò senz'altro la richiesta di mettere a verbale che "non mi sento rappresentata dagli attuali schieramenti politici" sempre che siano informati senza creare problemi. Mi volete spiegare la differenza tra il  mettere a verbale e scheda nulla. Grazie - Maria

Agli effetti pratici del voto, nessuna differenza... Molta differenza invece per gli effetti "estetici" perchè è sicuramente meno facile ignorare una reazione fisica, sia per gli addetti che per i funzionari del seggio che per chi attende di votare. Se poi i verbali dovessero essere decine di migliaia, chiaro che i Media ne parleranno di più... C.



Di Giampiero - 13 febbraio 2013 alle 22:06:10

Salve a tutti. In merito al rifiuto delle schede "hanno" risolto il problema (rif. nota n.19/2013 del viminale): ... SCHEDA RIFIUTABILE MA ELETTORI NON SARANNO CONTEGGIATI ...Gli elettori che, dopo essersi fatti registrare al seggio, si rifiutino di ritirare la scheda e chiedano di verbalizzare le ragioni della loro protesta, potranno farlo, ma non saranno conteggiati tra i votanti della sezione elettorale. Il loro dissenso, insomma, sarà messo agli atti, ma ai fini della rilevazione dell’affluenza alle urne sarà come se fossero rimasti a casa. Il Viminale ha deciso di intervenire sulla «astensione attiva» propagandata sul web come alternativa al non-voto nella prossima tornata elettorale del 24 e 25 febbraio Temo che la scheda NULLA sia l'unica altra alternativa per chi non si sente rappresentato da questi ... soggetti

A quanto pare sì, anche se come già risposto in precedenza che - se richiesto in massa - il "chiedere di verbalizzare" la propria posizione sarebbe una cosa che fa scalpore, in Italia e all'Estero... però, torno a chiedervi di riflettere: quest'anno le alternative al non voto, o al voto nullo CI SONO, quindi pensateci bene. C.



Di Rei - 14 febbraio 2013 alle 15:19:22

Comunque forse è meglio non lasciare la scheda bianca senza alcuna preferenza perchè facilmente falsificabile da qualcuno, infatti potrebbe succedere che una persona esterna mette una X dove vuole sulla scheda bianca.

Già detto e ridetto nei commenti... C.



Di Etolo - 15 febbraio 2013 alle 18:26:14

Salve giovani ...beati voi :-)

Beh, volevo dirvi solo questo, ho quasi 60 anni, perciò di elezioni ne ho passate ...ebbene, avevo circa 14/15 anni, e come tutti i ragazzini di ogni epoca, non vedevo l'ora di arrivare ai 18 ! Volevo esser grande ...anche per andare a votare ! Ai miei tempi la scuola era molto politicizzata, e il voto per tutti noi, era un chiaro segno di ...non sono più un bambino ! 

Beh, sapete qual'era l'argomento principe sul quale tutti i politici di quegli anni puntavano per farsi dare il voto da noi poveri servi addormentati ? LE TASSE ! 

Tutti strillavano che avrebbero MANDATO IN GALERA quelli che evadevano le tasse, e che con loro le tasse sarebbero DIMINUITE, perchè con loro al potere, NESSUNO avrebbe più osato evadere ! Con loro al potere, CORRUZIONE, mazzette, favori, occhi chiusi ecc.ecc. sarebbero spariti per sempre !

Questo accadeva negli 70, anno più anno meno ...E OGGI ...continuano così, stessi discorsi, addirittura stesse parole e stessi toni ! Disgutevoli !

Capito mi avete ? (O_O)

A mio avviso, sono ancora più disgustosi quelli che ancora adesso si fan prendere per il naso da queste promesse! Ragazzi... non sono parole che la Politica la facciamo noi ogni giorno perchè Politica significa "la cosa pubblica", che è di tutti! E che comunque possiamo scegliere ogni volta che andiamo a votare, e che stavolta qualcosa di nuovo c'è stato e c'é! Coraggio e lasciamo il disfattismo a chi è vecchio dentro: di questa gente qui non sappiamo che farcene... C.



Di sere - 18 febbraio 2013 alle 16:12:01
ciao, era da tempo che cercavo chiarimenti in merito, avevo già deciso di non andare a votare xchè le ultime informazioni che avevo dicevano che le schede nulle o bianche sarebbero state conteggiate nella maggioranza, ma se io non mi riconosco in nessuno di questi schieramenti, non mi sta bene che il mio voto nullo vada a far "volume" nel conteggio della maggioranza che acquisterebbe così maggior importanza.  Bene, grazie a queste informazioni ho cambiato idea, andrò a votare e farò mettere a verbale il mio "non voto". grazie mille per tutti i chiarimenti!!!
sere
Come detto e ridetto, quest'anno c'è offerta per tutti i gusti... esprimetevin senza paura... C


Di sere - 18 febbraio 2013 alle 16:16:18
scusa, ancora una domanda, è vero che a queste elezioni non esiste il quorum del 51%  e che se anche votasse solo il 10% degli italiani, il loro voto eleggerà il nuovo governo? se si, allora dobbiamo andare a votare assolutamente.
ciao sere
Si tratta di elezioni amministrative, non di referendum e il voto è comunque valido! Speriamo che si farà subito una legge che sarà così anche per i Referendum. C.


Di Francesco - 19 febbraio 2013 alle 18:27:36
Non credo che si possa parlare di disfattismo, Etolo mi sembra più che altro rassegnato, la sua esperienza gli da ragione. Come molti di voi ho raggiunto questa discussione per meglio informarmi su come NON VOTARE limitando i danni. Quindi ribadire a tutti che c'è un'alternativa ai soliti politici mi sembra poco utile (oltre che poco veritiero). Non sono Nostradamus ma vi regalo una facile previsione: 'dopo queste elezioni in Italia non cambierà nulla.'
L'Italia di Repubblica ha soltanto il quotidiano, qua vige l'oligarchia. Io non intento ritirare la scheda, so che non cambierà le sorti del paese ma almeno non mi sento complice di un reato. Questioni di coscienza.
Tutte le idee sono valide, anche la mia, giusto? :) E io ribadisco che stavolta qualcosa di nuovo c'è... sarà poco, ma c'è... ci sentiamo lunedì per vedere se non sarà vero che tutti quelli che ragionano nella solita maniera si pentiranno del NON voto... C.


Di Alessandro - 19 febbraio 2013 alle 23:34:00

Segnalo che sul sito xxx potrete trovare tutte le informazioni sull'astensione attiva, cioè il rifiuto motivato della/e scheda/e elettorale. Abbiamo dato il nostro piccolo contributo raccogliendo la documentazione originale del Ministero dell'Interno, delle relative Prefetture, scrivendo una paginetta d'istruzioni e creando la modulistica che basterà scaricare e compilare. Ognuno decida poi, ovviamente, di propria coscienza.

Non ho messo il link nè il nome del vostro sito: da che lavoro su web sono abituato a confronarmi con chi ci mette la faccia... Sorry... C



Di laura - 20 febbraio 2013 alle 09:52:12

Anch'io volevo astenermi dal votare, poi ho seguito più da vicino quello che offriva il nuovo e mi sono imbattuta nel M5 stelle e con grande meraviglia mi sono accorta che condividevo molto del loro pensiero, e cosa ancora più importante, loro avevano già "fatto" cose che i nostri politici ancora oggi stanno promettendo per prendere i voti (es. votate per me ed elimineremo i rimborsi elettorali) che però fino a ieri hanno preso senza neanche vergognarsi. Ecco sono tutte qs prese per il c...o che non sopporto. Certo il M5 richiede più impegno da parte dell'elettore, c'è da metterci del proprio, andandosi ad informare, nelle piazze o attraverso altri mezzi di comunicazione, l'alternativa è sorbirci quello che ci propina la tv. Forse i candidati del M5 non avranno tutta qs esperienza politica, però preferisco che mi rappresenti uno che si candida perchè crede veramente in quello che fa indipendentemente dai soldi....E' forse più competente una "MINETTI"?? Mapperfavore....

Scusate se mi sono dilungata....(non voglio fare propaganda politica, magari c'è anche qualche altro partito con le stesse caratteristiche che non conosco)!!!

Ciao, Laura

Grazie Laura. C.



Di L - 20 febbraio 2013 alle 11:25:06
Scheda bianca o nulla?  Rifiutate il voto!  Esercitate il diritto di rifiutare la scheda (una volta vidimata) dicendo che la rifiutate per protesta e volete che sia messo a verbale. ( D.P.R. 30 marzo 1957, n° 361 - Art. 104)

Come già scritto in precedenza, non mi confronto e non regalo spazio a chi non ci mette la faccia... C.


Di ivan - 21 febbraio 2013 alle 19:32:51

come penso tutti anch'io sono stufo marcio di questi ciarlatani ,ladri e chi più ne ha più ne metta che stanno pian piano rovinando il popolo italiano e l'Italia dunque per far capire a queste teste di c.... ,consiglio a tutti di andare a votare e rifiutare il voto

Meglio, molto meglio, incanalare il tuo voto di protesta o non voto nel M5S... se non altro, non potranno assolutamente ignorarlo, no? C.



Di Daniela - Bergamo - 22 febbraio 2013 alle 10:51:44

Questa gente non ha la minima idea di cosa voglia dire gestire una famiglia oggi!!! Non fa la spesa e non va al distributore per fare benzina!!! Non sa che alcune volte ci tocca scegliere tra una cosa e l'altra perchè tutte e due assieme magari non ci permettono di arrivare a fine mese. E' ora che li mandiamo a casa assieme ai loro altisonanti proclami perchè siamo NOI IL POPOLO SOVRANO!!!!! E' necessario che si vada a votare ragazzi. Io voterò M5stelle

Questo sì che ha molto senso! Votiamo M5S e mandiamoli TUTTI a casa! C.



Di Mauro - 22 febbraio 2013 alle 19:28:33

Ciao a tutti.. leggendo questa discussione e relativi commenti credo che comunque lasciare la scheda in bianco sia un rischio... "pensare male è peccato ma a volte ci si azzecca" recita un detto.. visto che di scandali ne è pieno il paese e ad ogni ora ne esce uno nuovo mi da fastidio pensare che la mia scheda eventualmente bianca possa essere colorata da qualcuno.. non sarebbe uno scandalo parlare di brogli elettorali!!!!.. visto che ogni nostro voto alla fine è una manciata di soldi di rimborso elettorale al partito votato.. credo sia meglio votare per un partito di protesta vedi grillo e/o similari o buttarsi con un partito minore che sai che non andrà mai in maggioranza.. rimane un mio pensiero condivisibile o no.. ciao ciao 

Pensiero molto condivisibile, caro Mauro... E il problema dei brogli sarà in parecchie circoscrizioni elettorali perchè, purtroppo, scrutatori e presidenti non vengono scelti a sorteggio o a rotazione, come sarebbe giusto, ma sono in gran parte sempre quelli da decenni, ovvero legati a doppio filo chi li ha messi lì... Ed è facile pensare che cercheranno in ogni modo di ostacolare il voto di protesta, in queste Elezioni 2013 verso il M5S... In ogni caso, meglio protestare votando M5S che annullare la scheda, lasciarla bianca o non votare. C.



Di Vick - 23 febbraio 2013 alle 09:11:34

Mi scusi, non capisco: in che senso questa volta l'annullamento delle schede non avrà valore o farà comodo ai partiti?
Sta dicendo che dobbiamo votare? Dobbiamo esprimere una preferenza?
Perchè?

Non crede che, tempo qualche anno, il M5s diverrà un teatrino pubblico nelle mani di più "alti maestri"?

Qui nessuno sta dicendo cosa fare a chi... Si tratta SEMPRE di libera scelta... Il ragionamento voto a M5S è stato da me - personalmente - affrontato in due post, e sintetizzando posso solo dire che se si deve NON votare, o annullare il voto, o non esprimere nessuna preferenza, allora la protesta migliore è a mio parere il voto al M5S ... Nessuno può sapere cosa succederà poi, ma TUTTI sappiamo cosa succede a NON votare, o ad annullare il voto, o votare per i "soliti": quel che sta succedendo ANCHE in questi giorni fin troppo!!! Se poi vuoi tapparti occhi, naso e orecchie, son cavoli tuoi... C.



Di vito - 23 febbraio 2013 alle 13:27:16

sono molto orientato ad annullare il voto.... perchè non scheda bianca? magari la compilano loro dopo!

Annullare per bene la scheda è sempre la scelta giusta: evita solo di fare una grande X sennò il tuo voto lo assegnano lostesso :) Però, se vuoi protestare, e dare un segnale che esisti, che tutto questo non ti piace, allora c'è una sola scelta: M5S! E non sarà un voto inutile, perchè saremo TANTISSIMI!!! C. 



Di Vick - 23 febbraio 2013 alle 17:23:16

Forse i miei toni sono sembrati diversi, non volevo intendere che lei ci sta obbligando a votare, è ovvio che è libera scelta :) mi interessava sapere il suo punto di vista dato che è in corso un grande dibattito sul fatto che sia meglio esprimere una preferenza che non tapparsi occhi, naso e orecchie, come dice lei, e annullare la scheda. Volevo capire in quale modo l'annullamento della scheda (per bene, verbalizzando la cosa) potesse far comodo ai partiti.

No problem... Rifiutare la scheda, chiedendo di mettere a verbale il rifiuto, non fa comodo in nessun modo ai partiti, come non fa comodo in nessun modo annullare la scheda scrivendoci su quel che ti pare (scusa se uso il tu...)... Quel che mi premeva sottolineare è che se di protesta si tratta, e si vuole fare una protesta costruttiva, beh mi pare che per la prima volta da quando si vota c'è una corrente seria (nel senso che prenderà facilmente il 18-20% dei consensi) - e per giunbta trasversale - cui far giungere la propria protesta. E' mia opinione personalissima è che si possa fare cosa molto più utile a sè stessi e al nostro Paese votando M5S... Buon voto. C. 



Di antonio - 23 febbraio 2013 alle 20:51:08
Grillo ci porterà alla Rivoluzione Civile, sangue, morti, distruzioni e tutto il peggio che c'è!
Pensate a chi votare, non dico Berlusconi, o Bersani, merda per merda a Pannella!
Ma figurati... io invece spero (nessuno ha la bacchetta magica) che ancora una volta nella Storia del Mondo parti dall'Italia una idea di Stato Sociale e di Economia diversa... son tutti a spaventare con Spread, Euro, Alta Finanza, ma la verità è che il sistema economico attuale va contro la gente... il capitalismo e la globalizzazione han fallito, e questo è sotto i nostri occhi tutti i giorni... di cosa vogliamo quindi spaventarci se non del fatto che le cpse possano continiuare ad essere sempre uguali? Eppoi non si tratta di Grillo: si tratta di un movimento che può davvero proporre una strada diversa, come stan facendo i suoi ovunquen son stati eletti... Buon voto anche a te! C.


Di Fabio - 23 febbraio 2013 alle 22:18:22

Il mio discorso è semplicissimo: i politici vivono dei nostri voti... Loro esistono perchè noi andiamo a votare... Il loro potere è direttamente proporzionale alla percentuale di affluenza alle urne, e in Italia l'affluenza è sempre stata elevata (superiore anche all'80%). Ma di cosa ci lamentiamo allora??? Potevano modificare il sistema elettorale, lo hanno fatto??? Personalmente non andrò mai a votare con una legge simile... La dimostrazione che andare a votare è da CRETINI può essere spiegato con un esempio: poniamo il caso che fossi di destra e, amareggiato per gli ultimi governi Berlusconi, volessi andare a votare contro di lui votando a favore di Giannino... Sapete cosa accade se Giannino non riceve il 4% dei voti e Berlusconi fosse il primo partito in Italia??? Semplice, il mio voto espresso dalla volonta di andare contro Berlusconi, andrebbe dritto dritto a Berlusconi!!! Ma siamo scemi??? Ovviamente il discorso può essere fatto anche per la sinistra, cambiando Bersani con Berlusconi e Giannino con Ingroia, per la par condicio... Non diamo potere a queste persone che non meritano e non meriterebbero di governare un paese come l'Italia fatto di noi Italiani. NON ANDIAMO A VOTARE ! ! !

Caro Fabio, il tuo discorso non farebbe una piega se non che, come già spiegato, a queste Elezioni 2013, si può fare affluire il proprio voto di protesta al M5S che raggiungerà il 20% dei consensi totali... e si tratta di consensi trasversali! Io penso e spero che questi voti di dissenso verso il sistena parlamentare che in 14 mesi NON è risucito a fare una nuova legge elettorale decente, e non è nemmeno riuscito a intaccare i costi della politica, solo per citare una paio di episodi eclatanti (ma lo sai che er batman continuerà a percepire il vitalizio nonostante sarà condannato? ma ti pare?) non meriti che noi gli si faccia il favore di NON andare a votare... Meglio, molto meglio votare e dare il consenso al M5S!!! C.  



Di Alessio 73 - 23 febbraio 2013 alle 22:36:41

Grazie !!!!!  per la prima volta, dopo 22 anni di diritto al voto,  andro' a votare senza anullare la scheda !!!! per la prima volta andro' a votare convinto della mia preferenza !!! M5S. Grazie ancora....  

Ma grazie a te, Alessio, a noi tutti che voteremo M5S! Io ho la grande speranza nel cuore che stavolta emerga la parte migliore del nostro Paese... davvero, può il nostro paese dovere fare quello che gli dice la germania, il nostro paese che ha fatto uscire l'europa intera dal medioevo, col Rinascimento? Io credo che se il M5S farà il suo dovere, tra qualche anno ci guarderanno tutti con ammirazione, pronti a imitarci, e tra un paio di generazioni guarderemo con fierezza alla scelta fatta oggi/domani... Buon voto. C     



Di Simone - 24 febbraio 2013 alle 08:10:16

Caro Claudio,
Perdonami, ma il titolo di questo blog era: Meglio scheda bianca o nulla?
No perchè ho dedicato un pò del mio tempo a leggere per poi capire che il titolo doveva essere: Meglio scheda bianca, nulla o votare M5S..
ti mando questo link che mi fà pensare tanto a quanto esprimi...

Caro Fabio... provo a spiegarti velocemente. Il pezzo "Meglio scheda bianca o nulla?" è stato scritto un bel po' di anni fa... Altri momenti in cui mi indignavo - e mi indigno ancora ci mancherebbe - del fatto che non mi si consente di votare le PERSONE che voglio io... in pratica mi si diceva CHI votare e a questo mi ribellavo e mi ribello... quel che è successo da allora - specialmente negli ultimi mesi - è sotto gli occhi di tutti e si commenta da solo... non è cambiata la legge elettorale nonostante il Parlamento di mille "uomini" scelti dagli stessi partiti dovessero in pratica fare solo quello, e questo mi ha fatto molto, molto ma molto male! Per questo, ed anche per le opinioni che ho espresso a postilla aggiornata di "Meglio scheda bianca o nulla?", stavolta ho deciso di schierarmi e di esprimere la mia protesta per tutto questo impegnandomi per il M5S... secondo me, ed è ovviamente mia personalissima opinione, quel video che mi hai suggerito su Giovanni Bivona non c'entra nulla col M5S, nè per i contenuti scurrili e irrispettosi, nè per la portata del M5S... tutti vi partecipiamo o parteciperemo... non si tratta "solo" di dare un voto, ma di impegnarci con la convinzione che un sistema migliore esiste... Buon voto anche a te. C.
 



Di claudio - 24 febbraio 2013 alle 17:04:00

niente voto, niente sche da bianca niente nulla.
e nemmeno al  m5s.... sicuramente in buona fede ... ma abbian già visto che fine fanno i buoni propositi, ...( nelle tasche dei grandi)

Ciao Claudio... che ti devo dire... la mia opinione personale è che una persona giovane non deve mai smettere di battersi per ciò che ritiene giusto... spero tu vada comunque a votare... C.



Di Bruno 1947 - 24 febbraio 2013 alle 18:38:13

NON VOGLIO andare a votare. Non mi riconosco in nessuno. Seguo la politica ma non c'è niente di positivo, anzi, tutto è imbroglio, menefreghismo, falsità, ingordigia, spreco, prepotenza e sopraffazione. E' l'uomo. Noi siamo così. Chi vota è un'illuso (qui da noi). E' la mia opinione. Vi ringrazio per l'opportunità che mi avete dato di esprimere il mio pensiero. Buon lavoro. Bruno

Non c'è niente da ringraziare, ma spero tu possa cambiare idea ed andare a votare perchè credo sinceramente che stavolta sia il M5S che anche i tanti candidati giovani prentati dai vari schieramenti (mai successo, nemmeno lontanamente nelle precedenti consultazioni) si faranno portavoce di tutto questo scontento, e cominceranno col rinnovamento iniziato da Monti... certo ci vorrà tempo e pazienza, e almeno un paio di generazioni prima di poterci riconoscere in uno Stato che ci rappresenta... vogliamo perdere anche questa piccola speranza che non si è mai vista prima di oggi? Spero quindi che tu vada a votare e che poi metta il tuo impegno in ogni giorno della tua vita... tutti insieme si può, si deve! Buon voto... C.



Di Simone - 24 febbraio 2013 alle 21:04:56

Ciao Claudio, grazie per aver risposto, quel video non stava ad indicare intenti comuni a m5s. Mi faceva semplicemente sorridere nel guardarlo e pensare solo al concetto "non fate schede bianche votate...", era questo il nesso. Poi il liguaggio non è irrispettoso o scurrile, Giovanni Bivona esprime così le sue idee.. Pensavo solo di strappare un eventuale sorriso. Parlando di cose serie non posso nascondere la mia preoccupazione per il nostro paese e sono tutt'ora molto indeciso se la scheda sarà bianca o con una preferenza. Oggi debbo lavorare quindi rimando a domani. Le campagne elettorali sono come reclam di prodotti in vendita e su queste basi è davvero dura capire chi si ha difronte e le strategie che verranno seguite. Non sò, forse incentivare lo sviluppo di un paese significa anche che questo debba crescere economicamente, e sempre in questo senso debba rapportarsi con altri paesi.. servirebbero  dei tecnici esperti, non corrotti, dei professionisti, gente che sa il fatto suo in materia. L'economia si regge su scambi e accordi finanziari con altri paesi, e su una politica interna di sviluppo, le due cose sono inscindibili. Comunque, sono discorsi che prendono molto più spazio di quello che ho a disposizioni in questo momento. Questa è una risposta a te, non mi interessa che sia pubblicata nel blog, se vuoi pubblicarla fallo pure, magari cancella questo ultimo paragrafo e la mia mail che ti lascio  se ti và di scambiare idee al di fuori del blog. Saluti, Simone

Ciao Simone... tranquillo, sono abituato a confrontarmi e ti ospito volentieri... capisco il tuo ragionamento e lo condivido, ma quel mi preme sottolineare è che - visceralmente - mi sento che questo è il momento buono per cambiare... c'è una alternativa, non solo nel M5S, ma anche nei tanti candidati giovani proposti dal PD, in parte scelti dai loro elettori a fine dicembre... i buoni propositi, o almeno propositi migliori, ci sono. Certo, se il risultato sarà di conseguenza, dovremo poi tutti impegnarci quotidianamente per un vero cambiamento, impegnarci nel senso di partecipare, di parlare con amici e famigliari... In questo momento credo che valga la pena, quindi, va a votare senza paura... C. 



Di andrea ferrari - 24 febbraio 2013 alle 21:21:24

salve ho votato e messo a verbale che non  mi sento rappresentato da nessuno!!!!non e' deriva demagocica,ma un sentimento reale,il mio.anche il m5s non mi rappresenta anche se sarebbe il male minore.... SIC buona serata

Ciao Andrea... rispetto il tuo sentimento e me ne dispiace... la speranza che esprimo è che quel che si farà da domani in poi ti dia un po' di voglia, di partecipare attivamente al cambiamento che iniziato in maniera percettibile col governo Monti... speriamo prosegua con scelte più vicine alla gente ed alla economia reale... non credo infatti che questo sistema globale possa sostenersi ancora a lungo... ci saranno quindi presto occasioni per partecipare a creare qualcosa di diverso, per far partire proprio dall'Italia un nuovo rinascimento. certo, serviranno un paio di generazioni, ma non credi che è per questo che vale la pena impegnarsi in prima persona ogni giorno? Se penso che mi ha convinto Benigni, col suo monologo sulla Costituzione, a mettermi in gioco sembrerebbe da ridere, ma l'importante è fare le cose con passione, e non lasciarsi trasportare da persone in cui non crediamo... a presto! C.



Di Marica - 24 febbraio 2013 alle 23:41:20

Cari signori, innanzitutto mi preme far notare che i seggi elettorali italiani non sono infestati di furfanti con la matita copiativa in mano pronti a mettere croci a destra e a manca sulle schede bianche, per compiacere qualcuno e magari intascarsi pure dei soldi. Nei seggi italiani ci sono persone che prendono il permesso dal lavoro, mamme che lasciano a casa i figlia, studenti alle prime esperienze a cui fanno comodo i (pochi) soldini che si prendono come compenso. Nei seggi italiani ci sono, in definitiva, italiani come voi, con le stesse difficoltà e speranze. Non posso sapere se ci siano anche dei disonesti, ma ritengo un po' offensiva l'idea di seggio elettorale che viene dipinta in questa discussione. Vorrei far notare, poi, rispettando al massimo le idee di tutti voi, che le schede bianche sono un numero e basta. Non esprimono nessuna protesta, sostanziale. Questo non è un referendum, non bisogna raggiungere quorum. Se ci sarà una marea di schede bianche, succederà che quelli che dentro la scheda hanno invece messo un voto decideranno per tutti. E sempre con rispetto parlando, direi che la verbalizzazione delle proteste servirà a poco o nulla. In ministero guarda il numero dei voti validi e a chi sono stati dati. Temo che le proteste accorate apportate sui registri, non saranno nemmeno lette. Tanto più, l'elettore non viene nemmeno conteggiato tra i votanti. Io non so qui a dirvi votate MS5, non fraintendiamo, ma solo a dirvi che nella logica dei numeri e della spartizione delle poltrone, le schede bianche non servono a nulla, se non, ripeto, a far decidere a pochi le sorti di molti. Sfido io  a trovare un italiano soddisfatto, ma non arrendiamoci, non buttiamo via il voto perché è l'unica voce che ha questo povero popolo italiano. Buone cose a tutti:)

Ciao Marica! la tua opinione è condivisibile in gran parte... due le grosse lacune: 

- vero che in maggior parte a lavorare nei seggi ci son persone oneste, ma allora perchè non risolvere ogni minimo dubbio estraendo a sorte per fare ruotare TUTTI i cittadini nel ruolo di scrutatori e presidenti di seggio? Finchè così non si farà, il pericolo brogli ci sarà sempre, altro che storie! Aggiungo che son già le seconde elezioni che presento domanda e che non trovo posto... non mi sembra una cosa sana né giusta, affatto...

- In seconda battuta, sei un po' cinica quando parli così di schede biance o nulle: la democrazia dice che se questi voti ptendono percentuali importanti, la cosa non dovrebbe essere affattto sottovalutata. Se lo si è sempre fatto, è solo perchè chi si è diviso le poltrone ci ha sempre trattato alla stregua di minorati mentali... bene, tra qualche ora si accorgeranno che molta gente ha smesso di avere la memoria corta, come si capisce bene dal record di affluenza in Lombardia e Lazio, due delle regioni più colpite dagli scandali...

Spero tu accetti il confronto su questi piani, e che ti impegnerai in futuro orgogliosa sì della tua onestà ma con gli occhi sempre bene aperti... a presto. C.



Di Simone - 25 febbraio 2013 alle 10:43:15

Buongiorno Claudio,
appena tornato dalle urne, auguro a tutti un felice futuro.
Vedremo insieme cosa accadrà nei prosimi mesi e, se le cose andranno  bene, nei prossimi anni. Per certo il paese ha necessità di svecchiamento da abitudini, ideologie, modus vivendi. Certamente la responsabilità popolare è alta e per questo dovrebbe esserci maggiore impegno per uscire dalla pigrizia intellettiva che rende le persone troppo esposte alla propaganda. C'è da sciegliere se esserci ed eventualmente come esserci. Da parte mia posso dire che rinnovare la fiducia, anche nei giovani è davvero dura. Riporto un episodio di qualche anno fà che è sicuramente individuale ma che mi ha fatto tanto riflettere sulla voglia di fare e di portare il contributo personale. L'epsodio è questo;
anni fà mi è capitato di frequentare la sede di un partito politico per ragioni maggiormente di amicizia che altro, ma comunque sono stato partecipe, come spettatore, delle varie attività interne etc etc.. Così un giorno, parlando con un coetaneo (oggi ho 35 anni) di prospettive future, espresse ciò a cui stava aspirando: una posizione nella giunta comunale come rappresentante del suo partito. Alchè, parlando dissi che poteva essere una posizione interessante, attraverso la quale avrebbe potuto portare e discutere idee di interesse collettivo. Purtroppo però la sua risposta mi delucidò sul fatto che il suo intento era più che altro quello di avere una sedia da scaldare. Da qui le mie perplessità sulla motivazione e sulla coscienza civica di questo ragazzo, non solo per l'eventuale ruolo che avrebbe dovuto coprire ma anche per l'aspirazione che dimostrava come uomo. Mi sono poi reso conto negli anni, che questo senso di scarso orientamento nel costruire un proprio futuro, un proprio lavoro, nel credere in una prorpia idea/percorso di vita, è alquanto scarso proprio nelle persone giovani. Immagino che questo sia un problema storico/culturale a cui porre rimedio non è cosa da nulla.
Sono quindi estremamente d'accordo con te, quando dici che c'è bisogno di impegno quotidiano nel migliorarsi e nel suggerire anche altre vie/soluzioni da contrapporre alla diffusa apatia di pensiero.
Ora finisco con le mie chiacchiere e rinnovo i miei auguri per il nostro avvenire.
Grazie Claudio per avermi ospitato nel blog, mi ha fatto davvero piacere poter scambiare delle idee e scusami se forse all'inizio ho spinto un pò di polemica.
Un Caro Saluto,
Simone

Ma figurati, Simone, il piacere è tutto mio :) sono davvero contento che sei andato a votare e condivido appieno la tua analisi. Uno dei cambiamenti che spero diverranno epocali sarà quello di concedere al massimo due amndati, quale che sia l'ente... penso a una carica pubblica come ad una sedia scomoda scomoda in cui farsi letteralmente il mazzo, impegnarsi 12/14 ore tutti i giorni per cercare di fare le cose al meglio possibile, una sedia in cui spremersi in idee e confronti per perserguire i bene di tutti... se il concetto è questo, vedrai che due mandati bastano e avanzano per tutti... e per ovviare alla povertà di ideali e di impegno comune in tutti, e più marcata nei più giovani di età, la risposta è a mio avviso una sola: una scuola che funziona... ci vorranno due generazioni... a presto. C.



Di beppe - 25 febbraio 2013 alle 12:53:33

Vi leggo adesso, dopo mille dubbi per la scelta (che credo avranno in tanti) e dopo aver annullato le schede. Se si potesse tornare indietro non lo rifarei, avrei optato per il male minore (M5S)....da ITALIANO non mi sento comunque di rappresentare questa italia. Ciao a tutti, Beppe

Non ti preoccupare Beppe... siam solo all'inizio e ci sarà senz'altro una "prossima volta"... C.



Di Bruno 1947 - 25 febbraio 2013 alle 22:08:35

Buona sera Claudio. Mi scuso per non aver seguito il tuo consiglio. Ho ascoltato tutte le mie ragioni e NON sono andato a votare. Votare per annullare la scheda o lasciarla bianca non coincide con le mie idee, (una volta sì l'ho fatto anch'io, ora non più)  Grazie per il consiglio e la cortese risposta. Per M5S buona fortuna!!
Ciao, Bruno

Grazie... ci troviamo con una grande e inaspettata vittoria, numeri che spingono molto in là quello che doveva essere un "semplice" voto di pancia, di protesta... ora ci sono i numeri per prenderci qualche responsabilità... qualche giorno di riflessione e poi speriamo in qualcosa di diverso anche in Parlamento... non è certo il tempo delle barricate, o del one man show... C.



Di Pietro - 26 febbraio 2013 alle 19:12:11

Mi trovo d'accordo con te su molti punti del tuo articolo, mi son sempre chiesto anche io quale fosse la vera differenza tra "scheda bianca" e "scheda nulla" e sei stato molto chiaro e preciso nello spiegare la differenza. Leggendo uno dei primi commenti che parlava del fatto di dividere le schede nulle volontarie da quelle involontarie, penso anche io che sia difficile ma una soluzione potrebbe essere quella di riconvocare gli elettori di quel seggio se la quota delle schede nulle raggiunge una quota stabilita per legge, poniamo l'esempio che nel seggio X ci sia una quota troppo alta di schede nulle, che fare? Si riconvocano gli elettori di quel seggio a riesprimere il loro voto, magari fornedogli le istruzioni per effettuare un voto valido, è vero, è una rottura di scatole sia per chi sta al seggio e sia per l'elettore che magari è consapevole di aver votato nel modo corretto e anche per chi intenzionalmente ha annullato la scheda, ma credo sia l'unico modo per capire se le schede nulle erano intenzionali oppure no...non credete?

Beh, se le schede nulle superano quelle valide, sarebbe un buon esercizio di democrazia rifare il voto... quanto al discorso schede macchiate o non chiarissime (e penso si veda quando si incontra queste schede) il compito di presidente e scrutatore di seggio è quello di premiare l'intenzione di voto... tutto questo per dire che non credo che questi voti macchiati o sbadati siano andati persi, e che le schede nulle conteggiate siano state in gran parte annullate volontariamente... per cui, come detto, si dovrebbe rivotare se le schede nulle han superato quelle valide per un esercizio di democrazia e non per permettere di rivotare. C.



Di Jacopo - 27 febbraio 2013 alle 01:56:35

Ho un dubbio, sulla base del quale mi si smonta tutto un possibile apprezzamento morale per la novità politica attuale, Da anni sentiamo di tagli ai costi, ai finanziamenti per i servizi, al welfare in generale. Grillo, da genio, ha proposto 1000 euro al mese x ogni disoccupato x 1 anno se non erro, mi pare di aver letto che la portata del fenomeno sia all'incirca del 10% =6000000 di persone x 1000 = 6000000000 di euro x 12= 72 miliardi di euro (imu 4,2 miliardi), più i possibili ( non è da escludere) imbucati con stipendi da 6/7/800 euro al mese che fanno in modo di "farsi" licenziare... In più, sempre l'ex comico (in effetti fa un po ridere questa proposta) ha detto che lo stato, mano mano, troverà lavoro al disoccupato, e, se quest'ultimo dovesse rifiutare, perderebbe il sussidio, (ma il lavoro sarà maggiore uguale al sussidio percepito? o anche minore tipo da 6/700 al mese? A me, sembra una cifra spropositata, Ma da dove li prende? Se l'è fatto un piano di ammortizzamento della manovra? Se si, dov'è? Purtroppo l'unico modo per governare è la democrazia indiretta (è da malati mentali pensare di fare un referendum per ogni cosa, lo dice uno che ce ne avrebbe in mente qualcuno su tematiche serie) e la democrazia indiretta si fonda sulla fiducia alla persona/e che andranno a rappresentare il popolo... Stendiamo un velo pietoso...
Cosa ne pensi? Correggimi se sbaglio.

Ma certo Jacopo! Rispondo a braccio. Quella proposta lì di Grillo è - al momento attuale - una chiara utopia, quella che si dice facile populismo. Non credo però che tanti giovani, e tantissimi disoccupati, abbiano votato M5S per questa cosa, ma credo FERMAMENTE, e il risultato del PD lo conferma chiaramente, che per grandissima parte l'abbiam votato principalmente perchè vogliamo ridimensionare una certa politica costosa e corrotta, e che oltretutto se ne è infischiata dei sacrifici a cui tutti siamo stato chiamati... abbiamo votato M5S per la totale mancanza di ogni moralità di gran parte dell'ultimo parlamento eletto nel 2008, e di gran parte degli esecutivi regionali eletti in seguito... deve essere questo il punto di partenza per l'esecutivo che andrà a nascere, perchè nascerà, di questo puoi stare sicuro. E nascerà con questi precisi propositi... ci sarà aanche la nuova legge elettorale e chissà che poi non si duri ben più a lungo di quel po' di vita che i media assegnano al nuovo governo, e che si faccia anche cose importanti, a partire da scuola e giustizia... per incentivare il lavoro, io credo che basti tornare a ragionare sulla terra, in senso di agricoltura ma anche di bellezze paesaggistiche uniche... ma qui stiamo andando molto oltre una semplice risposta. Una cosa è però evidente: coi ragazzi M5S in parlamento si capirà almeno quel di cui si sta parlando, e le leggi che ne usciranno saranno un po' menoi interpretabili... già questo mi sembra un grande successo... se poi i giovani PDL vi si vorranno accodare, ma qui sto correndo un po' troppo :) C. 



Di achille - 22 maggio 2014 alle 17:42:42
Ho iniziato con interesse la lettura di questa pagina, in quanto anch'io ho analoghe perplessità. Ma, dopo la lettura di alcuni post, mi è sembrato abbastanza evidente che il principale obiettivo del curatore fosse quello di fare esplicita propaganda al Movimento Cinque Stelle. Ciò, in quanto tale propaganda è sostanzialmente in totale contraddizione con l'argomento qui discusso: astensione, scheda bianca, scheda nulla. Quindi, votare M5S sarebbe una contraddizione. Per quanto mi riguarda, concordo che la più valida alternativa al voto valido sia l'astensione. Questo, forse, fa più paura ai Politici.

Buongiorno Achille!

Anzitutto questo pezzo, come leggi, è stato scritto nel 2008, quindi lungi da me fare propaganda politica: l'argomento mi interessava davvero per trovare - allora - il modo di esprimere un voto di protesta che fosse anche utile.

Poi nel 2013 ho aggiunto un paragrafo da schierato per qualcuno, il M5S, perchè vi riconoscevo una maggiore utilità per fare valere le mie ragioni. Tutto qui. E se l'aggiunta è andata in contrasto col tema dell'articiolo me ne scuso.

Quanto alla tua opinione, nemmeno un astensionismo del 50% farebbe paura ad una tale politica: si trincererebbero dietro al fatto che in nazione assai avanzate (Inghilterra, Usa per citarne due) l'astensionismo è ancora più alto. Saluti



AGGIUNGI - Commento
Tuo nome
Domanda AntiSpam: La Capitale italiana?
Messaggio
Attenzione:

I commenti sono moderati. Il tuo commento non apparirà quindi immediatamente. Non scrivere più volte lo stesso commento, per favore, e non scrivere commenti che contengono offese gratuite o che sono penalmente perseguibili.



Invia questa pagina a un amico!  Invia questa pagina      Versione stampabile  Versione stampabile      Stampa questa pagina


 
  (C)Viaggiatorionline [sulla strada] - [acquista] - [biografia] - [contatto]